Progetto Equijobs

PROGETTO EQUIJOBS: Percorsi formativi per l’inserimento delle donne rurali in settori prevalentemente maschili.

DURATA Ottobre 2008 – Novembre 2010

CONTESTO Le donne appartenenti a zone rurali si scontrano con particolari difficoltà nello sviluppo del proprio profilo professionale e nell’accesso al mercato del lavoro. Ciò si deve anche, e soprattutto, alla scarsità di opportunità formative e occupazionali in aree spesso isolate e/o soggette a spopolamento. Ad aggravare tale fenomeno permangono forti barriere culturali che limitano l’accesso delle donne a particolari settori, professioni e mestieri considerati ancora come tipicamente maschili.

Il progetto Equijobs mira ad innalzare il numero di donne occupate in settori “ostili” alla presenza femminile, attraverso l’elaborazione di percorsi formativi taylormade che possano innalzare le competenze e facilitare l’accesso al mercato del lavoro delle donne, ed in particolare in quelle occupazioni dove la componente femminile è sottorappresentata.

OBIETTIVI EQUIJOBS è un progetto finanziato dal programma comunitario Leonardo da Vinci – Misure per il Trasferimento di Innovazione – approvato nell’ambito del nuovo programma quadro LLP (Lifelong Learning Programme).

Obiettivi del progetto sono:

  • Innalzare la partecipazione delle donne nell’economia rurale attraverso il loro inserimento lavorativo, sostenendo l’attrattività delle zone rurali e rallentando i fenomeni migratori e di spopolamento;

  • Sostenere l’inserimento lavorativo delle donne attraverso la loro qualificazione professionale, soprattutto in quei mestieri per i quali permangono forti barriere culturali e immagini stereotipate;

  • Promuovere e sostenere lo spirito imprenditoriale tra le donne rurali;

  • Realizzare percorsi formativi (metodi e contenuti) inerenti quei settori ancora prevalentemente maschili, con lo scopo di introdurli nei programmi della formazione professionale ufficiale.

ATTIVITÁ

Al fine di raggiungere gli obiettivi identificati saranno attuate le seguenti attività:

  • Studio sulle opportunità di lavoro per le donne rurali nei settori a prevalente partecipazione maschile, con un focus specifico a quelle professioni e mestieri più adatti all’inserimento femminile;

  • Trasferimento ed acquisizione delle buone pratiche già sperimentate in due progetti comunitari conclusi: i percorsi formativi per l’edilizia del progetto Dulcinea ed i contenuti formativi per la creazione di impresa del progetto Routes.

  • Identificazione e analisi delle buone pratiche già sperimentate su target di riferimento simili e nei settori identificati;

  • Analisi dei bisogni formativi delle donne rurali rispetto ai settori identificati come prevalentemente maschili;

  • Rielaborazione dei contenuti e delle modalità formative individuate rispetto al target e i settori di riferimento;

  • Realizzazione di un’azione pilota in ogni regione partner tesa a sperimentare e validare i percorsi formativi individuati con le dirette beneficiarie, anche al fine di produrre una valutazione ed i necessari aggiustamenti.

RISULTATI

  • Report sulle opportunità di lavoro per le donne rurali in Europa e riduzione delle barriere sociali e culturali;

  • Raccolta e catalogazione di buone pratiche nella formazione professionale delle donne nei settori target;

  • Analisi dei bisogni formative tra le donne rurali Europee in quei settori e mestieri prevalentemente maschili e nei quali è possibile l’inserimento delle donne;

  • Sviluppo di contenuti e percorsi formativi nei settori individuati;

  • Studio ed elaborazione di una metodologia specifica per le donne rurali;

  • Realizzazione di un’azione pilota nelle regioni partner, grazie alla quale 105 donne verranno formate nei settori identificati.

TARGET DELLE ATTIVITÁ

  • Donne residenti in aree rurali;

  • Aziende delle aree rurali che operano nei settori identificati come prevalentemente “maschili”;

  • Enti della formazione professionale operanti e/o afferenti le aree rurali;

  • Soggetti che operano nello sviluppo locale e/o rurale;

  • Enti della Pubblica Amministrazione operanti nei settori dell’agricoltura, le pari opportunità e lo sviluppo locale;

  • Amministrazioni locali delle aree rurali.

AZIONE FORMATIVA PILOTA
OPERATRICE EDILE SPECIALIZZATA NELL'USO DI MATERIALI NATURALI PER INTONACI, PITTURE E RIFINITURE.

DURATA E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEL CORSO: ORE TOTALI 236 dal 3 Maggio 2010 al 30 Giugno 2010, Presso la sede della Associazione Nazionale Città della Terra Cruda

PROFILO PARTECIPANTI E MODALITA’ DI SELEZIONE

Donne residenti o domiciliate in aree rurali della Sardegna, con priorità per i Comuni del Medio Campidano, di età compresa tra i 18 e i 50 anni al momento di pubblicazione dell’avviso avessero assolto l’obbligo scolastico. Le candidate in possesso dei requisiti hanno sostenuto un colloquio teso a verificare la motivazione e il reale interesse ad intraprendere il percorso  formativo. A fronte di 76 domande pervenute sono stati svolti 46 colloqui e selezionate 22 partecipanti, delle quali 4 hanno rinunciato durante le prime due settimane del corso.

RIMBORSI ED AGEVOLAZIONI

Alle partecipanti, secondo quanto previsto dalle Linee guida per la rendicontazione dei progetti formativi a finanziamento pubblico della Regione Sardegna, è stata riconosciuta una indennità oraria di frequenza pari a 1.50 Euro e, una indennità di trasporto. Inoltre, due allieve hanno beneficiato delle misure di conciliazione per le madri con figli in età pre-scolare.

CONTENUTI – UNITA’ DIDATTICHE

INTRODUZIONE AL CORSO

Presentazione del corso, obiettivi, modalità, orari e agevolazioni, programma del corso presentazione dei moduli. Lavoro di Gruppo

 

FONDAMENTI DI BIOARCHITETTURA

Inquadrare il corso all’interno delle problematiche collegate ai temi della bioarchitettura. Con lo scopo di fornire adeguate conoscenze su metodologie, tecniche e materiali naturali ed eco-compatibili, acquisizione della terminologia, esempi architettonici nazionali ed esteri, componenti edilizi e materiali eco-compatibili.

ARCHITETTURA IN TERRA CRUDA

Fornire adeguate conoscenze sul patrimonio mondiale in terra cruda, e conoscenze di base sulla diffusione, l’uso, le tecniche dell’architettura in terra cruda nel mondo.

LA TERRA CRUDA IN SARDEGNA

Diffusione, esempi, nuove realizzazioni, tecniche di conservazione e recupero. Il patrimonio sardo in terra cruda, l’uso, le tecniche dell’architettura in terra cruda nel territorio della Sardegna.

SICUREZZA DEL CANTIERE

Legislazione, gestione dei problemi relativi alla sicurezza del cantiere, primo soccorso

GLI INTONACI

Funzione e composizione degli intonaci, preparazione degli impasti, messa in opera, recupero e stabilizzazione.

ORIENTAMENTO E SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

Definizione del profilo professionale; Analisi delle motivazioni e delle aspirazioni; Le differenze di genere nella costruzione delle carriere; Le competenze; Il progetto formativo e professionale.

PARI OPPORTUNITA’

Cenni sulla normativa europea, nazionale e regionale in tema di parità sul lavoro; esempi e buone prassi di azioni positive.

MENTORING E FINANZIAMENTO D’IMPRESA

Simulazione della costituzione di un impresa; Strumenti di accesso al credito; panoramica sulle leggi di agevolazione vigenti in Sardegna e specifico per l’imprenditoria femminile.

MARKETING E DESIGN

Immagine e strategie di comunicazione.

LABORATORIO PRATICO

Preparazione impasti; applicazione dell'intonaco, trattamento delle superfici, manutenzione e recupero degli intonaci; interior e sound design ed elementi decorativi in terra e in lana; finiture in calce e tadelakt; dimostrazioni prodotti in commercio.



AllegatoDimensione
pubblicazione_EquiJob_(Bassa_Riso).pdf2.9 MB