Maria Cristina Forlani

Maria Cristina Forlani

Contatti: mc.forlani@ditac.unich.it


Architetto, è professore ordinario di Tecnologia dell'Architettura presso l'Università degli Studi "G. D'annunzio" di Chieti-Pescara. È Coordinatore della Sezione di Scienze dell'Ingegneria e dell'Architettura della Gabriele D'Annunzio School of Advanced Studies.

Nel corso di Laurea Quinquennale di Architettura, presso il Dipartimento di Architettura è titolare del Corso di Progettazione Ambientale e coordinatore del Laboratorio di Laurea "Progetto e Sostenibilità Ambientale" dell'Ambito Progetto e costruzione-Building Design; nel Corso di Laurea Specialistica di Urbanistica Sostenibile tiene il corso di Progettazione Sostenibile degli Insediamenti.

È componente del Comitato Scientifico della Rete nazionale dei dottorati in Tecnologia dell'Architettura "OSDOTTA", è stata membro del primo direttivo della Società Italiana di Tecnologia SiTdA; è componente del Comitato Scientifico dell'Associazione Nazionale Città della Terra Cruda.

Svolge attività di ricerca presso la sezione di “Design e Progettazione Tecnologica” (DePT) dell'università degli Studi "G. D'annunzio" di Chieti-Pescara. Si è occupata, dagli anni '80 di questioni ambientali per l'architettura e in maniera specifica di tecnologie appropriate e di sostenibilità degli interventi in aree sensibili. Promuove attività formative (Seminari e cantieri-laboratorio) sull'uso di materiali eco-sostenibili e sulla tecniche tradizionali ed innovative in collaborazione con enti (ENEA), altre università (italiane ed estere), associazioni (C.E.D. Terra, Casalincontrada-CH; Associazione Nazionale Città della Terra Cruda) e Scuole Edili; organizza e partecipa a mostre ed eventi a livello nazionale ed internazionale. E’ autrice di numerosi saggi e articoli sui sistemi costruttivi e sulle tecnologie appropriate con puntuale riferimento al tema della qualità ambientale delle nuove costruzioni e nella riqualificazione dell'esistente; un particolare aspetto della ricerca è rivolto allo sviluppo sostenibile e all’uso delle risorse locali per una nuova imprenditoria verso un’ecologia industriale, in questo ambito ha configurato studi per la produzione di elementi e componenti edilizi.

Per le tematiche relative alla terra cruda ha partecipato al censimento del patrimonio abruzzese (1998-2000), collabora per la organizzazione di workshop e seminari con il CED-TERRA di Casalincontrada e la scuola edile di Chieti, è stata invitata a rappresentare la ricerca italiana alla Bauhaus -Universitat di Weimar (settembre 2002) nel convegno internazionale Zukunft Lehmbau, è stata invitata ad esporre il materiale della sua ricerca alla mostra internazionale "Costruir con Tierra" (Museo de America, Madrid -marzo e aprile 2002), è stata relatrice sul tema della “Formazione dei nuovi progettisti” all’audizione informale presso l'VIII Commissione Parlamentare Ambiente, Territorio e LL.PP. del 2 dicembre 2003, ha coordinato il progetto “Protecstus” (prodotti in terra cruda per lo sviluppo turistico sostenibile-spin-off università-industria 2003), nel 2003 ha stipulato una convenzione con l’ENEA di Bologna per metodi di valutazione LCA (riferiti alla terra cruda), ha tenuto la relazione introduttiva e ha coordinato la I sezione del Convegno "La costruzione in terra cruda in italia: verso una normativa nazionale" (12 maggio 2004, Roma, Camera dei Deputati, Palazzo Marini), è stata responsabile di sezione nella ricerca PRIN 2004-05 sulla sperimentazione di componenti in terra cruda, ha partecipato, con l’unità di ricerca di Firenze al Progetto Cultura 2000 “Terra Incognita_earthen architecture in europe”, è stata responsabile di unità locale nella ricerca PRIN (progetti di ricerca di interesse nazionale) 2005-2006 “Vulnerabilità dell’involucro delle costruzioni in crudo, criteri di valutazione del rischio nel progetto di conservazione: caso studio sul patrimonio abruzzese”, è stata responsabile nella ricerca sul “Recupero delle città oasi del Marocco” con le linee guida tecnologiche per le norme di salvaguardia del patrimonio di Figuig (2010), è stata invitata presso l’ordine degli architetti di Barcellona al convegno internazionale “Bio-Arquitectura Mediterranea” con la relazione sul tema “Formazione materiali antichi e innovazione” (2012); è invitata in molteplici WS e seminari sull’argomento della costruzione in crudo da associazioni e università.


Pubblicazioni sulla terra cruda o contenenti in parte le tematiche inerenti la “terra”

1. FORLANI M.C., (1983) Tecnologie locali e costruzione della casa in Abruzzo, Pescara.

2. FORLANI M.C., (1999) Argomenti per una possibile reintroduzione del crudo nella produzione edilizia,

in AA.VV., Terra cruda/insediamenti in provincia di Chieti, Cogecstre edizioni, Penne (Pe).

3. FORLANI M.C., La ricerca nell’università di Chieti, in G. BOLLINI, (a cura di), La ricerca

universitaria sull’architettura di terra, Edicom, Monfalcone

4. FORLANI M.C., a cura di, (2001) Costruzione e uso della terra, Maggioli Editore, Rimini

5. FORLANI M.C., (2002), Bauen mit Lehm in Italien- aktuelle Situation, Strategien und Perspektiven, in

atti del convegno internazionale, Zukunft Lehmbau 2002, Dachverband Lehm e.V./Bauhaus-Universitat,

Weimar.

6. FORLANI M.C., (2003). L'ambito collinare abruzzese e le case di terra. Progetto Abitare Verde. 23

maggio 2003 Napoli. in A.PASSARO (a cura di), Esperienze innovative per la configurazione del

paesaggio rurale/ Atti del convegno internazionale "Progetto Abitare Verde"

7. FORLANI M.C., (2004). La proposta di una nuova "Tecnica Antica". Tecnologie e manutenzione per i

paesi in via di sviluppo. In: A. MISSORI (a cura di). Tecnologia, progetto, manutenzione/ scritti sulla

produzione edilizia in ricordo di G. Ferracuti. Franco Angeli.Milano

8. FORLANI M.C., (2004). Involucro e terra cruda. In: C. NAVA (a cura di). (Involucro ed edifici a basso

impatto ambientale/ caratteri, tecnologie e materiali. Falzea Editore. Reggio Calabria

9. FORLANI M. (2004). Verso uno sviluppo sostenibile/ Il recupero di una "tradizione" per nuove forme

insediative. Verso un nuovo urbanesimo. 9 ottobre 2004 Architetturacittà- rivista di architettura e cultura

urbana Agorà edizioni, Sarzana (LaSpezia).

10. FORLANI M.C., (2004). Strumenti e strategie per uno sviluppo sostenibile nelle aree sensibili del

territorio abruzzese. I percorsi della progettazione per la sostenibilità ambientale. 20-21 ottobre 2004,

Firenze. in M. SALA (a cura di), convegno nazionale ABITA, Un confronto sull'evoluzione della

didattica e della ricerca del settore nelle Università italiane.

11. FORLANI M.C., (2005). El conocimiento de la tradicion constructiva local de los Abruzos (trabocchi,

pinciaie, caciare) para una nueva sustentabilidad proyectual. Historia de la construccion. Cadiz, 27-29

de enero 2005. in S. HUERTA (a cargo di), Historia de la construccion, Actas del Cuarto Congreso

Nacional, EFCA , Torrejon de Ardoz (Madrid).

12. FORLANI M.C., (2005). Dalla volontà di valorizzare il patrimonio regionale abruzzese in crudo alla

proposta di strategie per lo sviluppo sostenibile del territorio collinare rurale: il progetto Pilota

ProTeCSTuS "prodotti in terra cruda per uno sviluppo turistico sostenibile". Architectural Heritage and

Sustainable Development of Small and Medium Cities in South Mediterranean. 27-28 maggio 2004

Firenze. Forum UNESCO - University and Heritage First International Research Seminar.

13. FORLANI M.C., (2005). La formazione dei nuovi progettisti. MODUS VIVENDI. Atti dell'audizione

informale presso l'VIII Commissione Parlamentare Ambiente, Territorio e LL.PP. del 2 dicembre 2003

14. FORLANI M.C., PULSELLI R, DI PAOLO E, MARCHETTINI N, TIEZZI E. (2007). Abitare la terra:

case e città della terra cruda. ABITARE LA TERRA. GANGEMI EDITORE, Roma

15. FORLANI M.C.. (2008). Il recupero della sostenibilità del patrimonio in crudo: una valutazione

comparativa fra tradizione e innovazione. In M.L. GERMANÀ, R. PANVINI (a cura di), La terra cruda

nelle costruzioni. Dalle testimonianze archeologiche all’architettura sostenibile. Atti della giornata di

studi, Caltanissetta, 29 giugno 2007, Nuova Ipsa Editore, Palermo

16. FORLANI M.C., LEPORE M., BASTI A.. (2008). Sustainable procedures for environmental evaluation

of building materials and technologies. In: Eco-Architecture II, Harmonisation between Architecture and

Nature. Eco-Architecture II. Algarve (PT). 23-25 june 2008. (vol. 1). SOUTHAMPTON: WIT Press.

Conference organised by Wessex Institute of Technology (UK).

17. FORLANI M.C., (2009). Il recupero delle case di terra: dalla conoscenza delle tecniche tradizionale

all’innovazione per uno sviluppo sostenibile, IL PROGETTO SOSTENIBILE. EDICOM EDIZIONI,

Monfalcone

18. FORLANI M.C.. (2010). Potenzialità progettuali ed espressive, in E. GALDIERI, Scritti sulla terra,

EDA Saonara (Pd.)

19. MECCA S., BRICCOLI BATI S., FORLANI M.C., GERMANÀ M.L., (2011) a cura di Earth/Lands